Ordine Militare del SS. Salvatore e di S. Brigida di Svezia
Sezione Puglia - Delegazione di Lucera - Foggia
News
News


Ordine Militare del SS. Salvatore

e di S. Brigida di Svezia

- Sezione Puglia - 

* * *

Sabato 29 novembre 2014, si è tenuta nella storica chiesa di S. Brigida alla Galleria in Napoli, la solenne Celebrazione liturgica presieduta dal Rettore Generale dell’Ordine della Madre di Dio, P. Francesco Petrillo, con la quale si è commemorato il 155° anniversario dalla ricostituzione dell’Ordine Militare del Santissimo Salvatore e di S. Brigida di Svezia (O.M.S.B.S.). Vi hanno preso parte le più alte cariche dell’O.M.S.B.S., numerose autorità civili e militari ed una folta schiera di dame e cavalieri provenienti da numerose regioni d’Italia.

La funzione religiosa si è conclusa con la distribuzione - da parte dell’Ordine - di pacchi-dono a famiglie indigenti segnalate dalla Caritas.

 

La serata è poi proseguita nei saloni del Circolo Ufficiali (Palazzo Salerno – Piazza del Plebiscito), dove si sono tenute le relazioni del Grand’Uff. Prof. Pierluigi Scarpa e del Cav. Gr. Croce Avv. Raffaele Preziuso.


I relatori hanno brillantemente esposto le ragioni storiche che, nel lontano 1859, in Capua, per volontà del conte Vincenzo Abbate de Castello Orléans e dell’Arcivescovo Card. Giuseppe Cosenza, portarono alla ricostituzione del nostro antico e glorioso Ordine, fondato da Brigida di Svezia nel 1366 con l’approvazione del Beato Papa Urbano V.

Mentre, un analitico e dovizioso excursus storico sulla vita di S. Brigida, ha portato ad esaminare i sui numerosi pellegrinaggi, pregni di eventi straordinari e miracolosi.

E’ emerso, quindi, ancora una volta il fine solidaristico dell’Ordine Brigidino proteso ancora oggi all’imprescindibile e concreta azione benefica in favore dei poveri e dei bisognosi.



* * *




Presentazione di 

                                                                  Napoli, 25 gennaio 2014.

Sabato 25 Gennaio 2014, le sale del Circolo Ufficiali - sito nella immensa Piazza del Plebiscito di Napoli – hanno incorniciato, con il loro raffinato splendore, la cerimonia di presentazione del n. 27 di “Birgittiana”.


L'importanza dell'evento è data anche dal fatto che la nota e s
timata Rivista Internazionale dell’Ordine vanta una vasta e capillare diffusione in un gran numero di biblioteche sia italiane che estere.



L’introduzione dei lavori è stata affidata al Luogotenente per l’Italia il Cav. Gr. Cr. dott. Angelo Marciano, il quale, dopo aver storicamente ricordato le finalità del nostro antico e glorioso Ordine, ha ceduto la parola al Cav. Gr. Uff. Prof. Pierluigi Scarpa, Preside della Sezione Campania. Questi, nell’occasione, è stato anche costretto a colmare l’improvvisa – ma giustificata - assenza degli altri due relatori, il Prof. Tore Nyberg e la Prof.ssa Galassi, accollandosi brillantemente i loro rispettivi interventi.

Ciononostante, l’intera relazione, intervallata dallo scorrere di interessanti slides, ha riscosso l’auspicato plauso della platea, costituita dal Gran Maestro e dalla pregiatissima Consorte, dalle Autorità dell’Ordine, dalla Luogotenenza per l’Italia Meridionale nella persona del Cav. Gr. Cr. Avv. Raffaele Preziuso, da numerosi cavalieri e Dame provenienti oltre che da Napoli, anche da Roma e dalla Sezione Puglia.
Le avverse condizioni atmosferiche non hanno impedito la partecipazione della nostra Delegazione con una sua nutrita e significativa rappresentanza.




L’ottimo relatore non ha fatto mancare momenti di intensa commozione, riveniente dagli ancora vividi ricordi del compianto Mons. Bruno Schettino, già Arcivescovo di Capua ed ultimo Gran Priore dell’O.M.S.B.: a quest’ultimo, Esempio di dedizione e concretezza, non poteva non essere dedicato l’odierno numero di Birgittiana: omaggio, che è stato espressamente apprezzato non solo dai familiari dell’Arcivescovo, all’uopo invitati, ma anche da tutti noi.


                                                                         S.E Mons. Bruno Schettino  

Gli attimi finali della serata, sono stati sottolineati dalla consegna di alcuni attestati di promozione e di nomina di una Dama e di due nuovi Cavalieri, il cui ingresso arricchisce ulteriormente le Fila della nostra sempre più numerosa Famiglia Brigidina.


L’evento è terminato con un delizioso buffet – destinato in parte anche ad alcuni senzatetto che la sera occupano la prospiciente galleria – che è stato consumato sulle armonie musicali regalate agli astanti da alcuni musici di prestigio che hanno contribuito ad impreziosire l’importante serata.

Comm. Avv. Ettore Preziuso

                                                 


 




Solenne Cerimonia delle Investiture. Roma, 19 ottobre 2013. 



BREVE FILMATO DELLA CERIMONIA: http://www.youtube.com/watch?v=uL9l-VFerN4

Sabato 19 ottobre 2013, in Roma, nella preziosa cornice della Chiesa di S. Maria in Portico Campitelli ha avuto luogo una Solenne Cerimonia delle Investiture dell’Ordine Militare del SS. Salvatore e Santa Brigida di Svezia.



La Concelebrazione Eucaristica è stata presieduta dal Rev.mo Cav. Gr. Cr. P. Francesco Petrillo, Preside della Sezione Lazio e Generale dell'Ordine dei Servi della Madre di Dio, che con la sua soave oratoria ha mirabilmente captato l’attenzione di tutti i presenti con interessanti riflessioni esegetiche.



In tale occasione
, Sua altezza il Principe Generale e Gran Maestro Conte Federico Abbate de Castello Orlenas ha accolto nell’Ordine quasi 30 nuovi membri, provenienti dalla nostra Delegazione Magistrale di Foggia-Lucera, dall'Irpinia, dalla Calabria, “… costituendoli e proclamandoli Cavalieri/Dame in nome di Dio, di San Michele e di Santa Brigida”.  

La cerimonia ieratica ed ineccepibile, è stata pregna di dense emozioni.




500


Dall’ambone, il Primo Aiutante di campo ha ordinatamente guidato le varie fasi ed ha così proceduto all’interrogazione degli investendi: “il Signore chiese a Santa Brigida di invitare a deporre le armi dell'offesa e ad imbracciare quelle della fede, della speranza e della carità per divulgare la fede cattolica, per difendere la Chiesa ed il papato e sostenere le vedove, gli orfani e i bisognosi. Siete disposti voi ad accettare questi ideali per la vostra vita?




Con accorata convinzione, tutti insieme hanno risposto: “Si, lo voglio!”.

Quindi, ciascun singolo investendo, accompagnato dal proprio padrino designato, si è presentato al cospetto del Gran Maestro e, previa espressione del consenso di rito, ha indossato il mantello crociato appena benedetto dal Celebrante, per poi “con la parola e con il cuore” prestare il solenne giuramento di “fedeltà al Gran Maestro e di obbedienza agli Statuti ed alle Regole dell’Ordine”.




Il momento è stato scandito e sugellato dal suggestivo "tocco di spada" sulla spalla sinistra dell’investendo.

Fra i nuovi adepti, diamo il nostro particolare benvenuto (in ordine alfabetico) a quelli appartenenti alla nostra Delegazione Magistrale di Foggia-Lucera:

- il Cav. Rev. Sac. Don Pasquale Caso;

- lo Scud. Dott. Leonardo Cedola;

- il Cav. Ing. Amerigo Giacò;

- il Cav. Dott. Michele Paris.

Inaspettata è stata poi la gioia di apprendere che il Gran Maestro, motu proprio, ha inteso elevare alla dignità di “Cavaliere” il nostro giovane Scudiero Dott. Giovanni Maria Preziuso.











All’esito, tutti i membri dell’Ordine hanno rinnovato la Professione di Fede dinanzi al SS. Sacramento ed al Cardinale Diacono di S. Maria in Portico Campitelli, S. Em. Rev.ma Mons. Andrea Cordero Lanza di Montezemolo.

Il Gran Maestro, infine, ha concluso la Cerimonia ringraziando cordialmente tutti gli astanti ed in modo particolare quanti con impegno e dedizione hanno contribuito alla organizzazione ed alla buona riuscita della stessa.






E’ seguita una fraterna Cena di Gala nel corso della quale sono stati consegnati i Diplomi di ammissione ad alcuni Confratelli ed è stata conferita la nomina di Cavaliere di Gran Croce a S. Ecc. l'Ambasciatore a r. della Slovenia presso la S. Sede il Dott. Ivan Rebernik, Gran Cancelliere dell'Ordine Equestre del S. Sepolcro di Gerusalemme.





















Preghiamo, dunque, p
erché i nostri neo confratelli e le nostre neo consorelle non considerino l’ingresso nel nostro antico e glorioso Ordine come un mero motivo di “vanità ornamentale” da corroborare con particolari momenti di folklore, ma lo ritengano un vero e proprio stile di vita da concretizzare nella realtà quotidiana alla luce degli insegnamenti dispensati dalla nostra amata protettrice Santa Brigida.
Comm. Avv. Ettore Preziuso

 

Cerimonia di allocazione della Reliquia proveniente dalla Grotta della Natività.
 
La nostra Delegazione ha accoratamente partecipato alla celebrazione della consueta festività religiosa della Beata Vergine Maria, Nostra Signora, Regina della Palestina Troia - che si è tenuta Giovedì 31 ottobre 2013 alle ore 19:30 nella suggestiva Chiesa di San Pasquale al Salvatore in Lucera; evento, organizzato dalla Delegazione dell'Ordine Equestre del S. Sepolcro di Gerusalemme di Lucera.

     In tale occasione, è stata ivi allocata la preziosa Reliquia - ricevuta da quest'ultima in dono dal Rev. Custode di Terra Santa P. Pierbattista Pizzaballa e costituita da una pietra proveniente dalla Grotta della Natività - che è sistemata su di un prezioso reliquiario di fine '800.     

La solenne con Celebrazione è stata presieduta dal Priore Delegazione OESSG Rev. Cav. Mons. Luigi Tommasone ed è stata officiata dai nostri confratelli Cav. Uff. Rev. don Luigi Pompa e Cav. Rev. don Pasquale Caso.

    

L’invito, oltre che alla nostra, è stato esteso anche alle rappresentanze degli altri Ordini Cavallereschi presenti sul territorio che coltivano la devozione per la Terra di Gesù.









Con esse abbiamo condiviso l'evento e principalmente la Comune Celebrazione Eucaristica, affidando le nostre necessità alla Vergine Maria, Regina della Palestina, che nella Grotta di Bethleem dette alla "Luce" il Salvatore del mondo; Luce, da cui questa preziosa Reliquia - che ora potremo pubblicamente venerare - fu mirabilmente e indelebilmente irradiata.



 

* * *
Lo Stemma di PAPA FRANCESCO


Papa Francesco ha sin da subito esternato l’amore per la semplicità; e lo ha fatto anche “conservando” il suo lineare stemma vescovile: lo scudo blu è sormontato dai simboli della dignità pontificia, uguali a quelli voluti dal predecessore Benedetto XVI (mitra collocata tra chiavi decussate d’oro e d’argento, rilegate da un cordone rosso); in alto, si staglia l’emblema dell’ordine di provenienza del Papa, la Compagnia di Gesù: un sole raggiante e fiammeggiante caricato dalle lettere, in rosso, IHS, monogramma di Cristo. La lettera "H" è sormontata da una croce; in punta, i tre chiodi in nero. In basso, si trovano la stella e il fiore di nardo. La stella, secondo l’antica tradizione araldica, simboleggia la Vergine Maria, madre di Cristo e della Chiesa; mentre il fiore di nardo indica San Giuseppe, patrono della Chiesa universale. Nella tradizione iconografica ispanica, infatti, San Giuseppe è raffigurato con un ramo di nardo in mano. Ponendo nel suo scudo tali immagini, il Papa ha inteso esprimere la propria particolare devozione verso la Vergine Santissima e San Giuseppe.

Anche il “motto” prescelto è davvero interessante: è tratto dalle Omelie di San Beda il Venerabile, sacerdote (Om. 21; CCL 122, 149-151), il quale, commentando l’episodio evangelico della vocazione di San Matteo, scrive: «Vidit ergo lesus publicanum et quia miserando atque eligendo vidit, ait illi Sequere me» («Vide Gesù un pubblicano e siccome lo guardò con sentimento di amore e lo scelse, gli disse: seguimi»).

Che il Signore e Santa Brigida mantengano il Santo Padre sempre forte e vigoroso e Gli diano la capacità di risollevare le sorti della Chiesa, pesantemente provate i quest’i ultimi tempi.   




 

IL NOSTRO GRAN PRIORE SALE ALLA CASA DEL PADRE

Il Nostro Gran Priore, S. Ecc. Rev.ma Cav. Gr. Cr. Mons. BRUNO SCHETTINO, Arcivescovo di Capua, stroncato da un infarto, è salito alla Casa del Padre questa notte.

S. A. il Principe e Gran Maestro, Conte Federico Abbate de Castello Orlèans, in uno al Gran Magistero, al Gran Consiglio ed a tutti i Confratelli e le Consorelle dell'Ordine Militare del SS. Salvatore e di Santa Brigida di Svezia piangono commossi la grave perdita.

Si raccolgono in preghiera mesta ed accorata, ma nello stesso tempo gioiscono per la sicura presenza del Servo Apostolico fra le braccia misericordiose del Padre, per la intercessione di Maria Immacolata e della nostra Grande Madre Fondatrice Santa Brigida di Svezia.

Ricordano le doti del Prelato e l'affettuosa, sincera, fraterna, disponibile amicizia dimostrata nei confronti dell'Ordine ed invocano ora ancora di più la Sua Paterna Benedizione ed il certo ricordo da parte Sua presso l'Altissimo di ciascun membro, Suo Confratello.

 

 

 

 

 

 

 

(Nelle foto S. Ecc. Mons. Schettino durante la Cerimonia delle Investiture dell'Ordine a Monte S. Angelo lo scorso aprile 2011)

 

RITIRO SPIRITUALE PREFERIALE IN CELENZA V.RE (FG) presso il Santuario di S. Maria delle Grazie

ABBIAMO PARTECIPATO CON INTENSITà AL RITIRO SPIRITUALE PREFERIALE DELLA DELEGAZIONE DI FOGGIA-LUCERA.

In uno scenario incantevole - surriscaldato dall'afa estiva, ma rinfrescati negli accoglienti ambienti in pietra dei locali annessi - nella quiete del Santuario di Santa MAria delle Grazie in Celenza V.re, ci siamo riuniti per vivere assieme alcune ore di meditazione e di preghiera, oltre che di agape fraterna.

Mons. Giovanni Pinto, Pres. Decano del Capitolo Cattedrale di Lucera e Cancelliere Vescovile, ci ha intrattenuti, dopo la recita delle Lodi, sul tema: La Casa come cantiere di Santità sul Modello di Santa Brigida

 

Partendo dalle ultime esperienze vissute in occasione della Giornata Mondiale per le Famiglie e dagli stimoli sollecitati da S.S. il Papa Benedetto XVI, Don Giovanni ha carpito la nostra attenzione soffermandosi sul significato di famiglia e di casa,  oggi nel terzo millennio. 

La casa, la famiglia, così apparentemente sfasciata e priva di valori, che è e resta però il fulcro della società civile. Casa e famiglia, però, nel senso che il Vangelo e la Chiesa ancora oggi offrono come modello di vita cristiana.

In essa c'è tutta la possibilità di diventare, di essere Santi! Oggi non è più tempo di pensare ai santi come belle statue poste in alto lì nelle nicchie delle nostre Chiese, immobili, con le belle aureole sul capo (altrimenti non sono santi!), lontano da noi ...

Oggi la santità deve essere concepita qui vicino a noi, nelle nostre case, nelle nostre famiglia. Ognuno può e deve essere, diventare santo. Non occorre molto: basta seguire il Vangelo, basta saperlo testimoniare, basta volerlo annunciare!

Tutto qui: ed allora ecco che la famiglia, la casa diviene il primo "semi...nario" di cristianità e di santità. Ciascuno di noi può vivere da vicino la sua possibile santità.

E Santa Brigida, nostra "Madre" fondatrice, "sposa" anche lei, "madre" anche lei, ha sperimentato già sette secoli fa la possibilità di diventare santi, di essere santi nella propria casa, di rendere santa così la propria famiglia.

Quanto dunque ci sentiamo pronti e capaci di essere santi? Quanti santi quotidiani verifichiamo e notiamo esserci già oggi intorno a noi? Quali le difficoltà per essere santi?

Abbiamo noi, Cavalieri e Dame dell'O.M. di S. Brigida, la voglia e la spinta ad imitare la Madre Fondatrice, cercando la nostra santità a partire dal nostro vivere quotidiano, in casa, "cantiere di santità"?

Queste le riflessioni che passiamo a ciascuno dei lettori, con l'augurio di poter sperimentare da vicino e personalmente la nostra santità, in casa nostra ed in quella di ogni nostro fratello in Cristo.

La Celebrazione Eucaristica ed un agape fraterna ci ha legati ancor più nella nostra famiglia brigidina.

Nel pomeriggio abbiamo recitato le Orazioni di Santa Brigida nella bella e secolare Chiesa di San Francesco di Celenza Valfortore, che merita - peraltro - di essere visitata.

 

 

CORPUS ET SANGUIS DOMINI

 

Noi Ti adoriamo nel SS. Sacramento dell’Eucaristia

e Ti glorifichiamo, perché con questo Memoriale della Tua Passione

e della Tua Resurrezione, ci dai la grazia di poter pregustare

la vita futura!

Alleluja







 

 



NewsIl Vangelo della DomenicaSpecialStoriaStatutoOrazioni di Santa BrigidaPreghiere di Santa BrigidaFoto GalleryLink preferitiContatti